Siamo nate più di un secolo fa, nella Milano delle lotte operaie e della borghesia illuminata di primo Novecento.
Le nostre antenate hanno inventato il segretariato sociale e sono state pioniere nel diritto di famiglia, nella tutela delle lavoratrici, nella rappresentanza politica. Abbiamo attraversato due guerre mondiali.
Abbiamo raccolto, conservato e organizzato memoria.
Oggi la Casa dell’Unione è ancora un luogo di cittadinanza attiva per donne e uomini.


Nuovi libri in biblioteca

Etnografie di genere

Non solo “donne non si nasce, si diventa” ma molti sono i modi per diventarlo e questo vale anche per gli uomini. Analizzare e descrivere come l’elemento biologico sia interpretato e articolato nelle diverse culture e società fa parte degli obiettivi...

In evidenza

ritaglio Locandina Vivere Porta VoltaL’Unione femminile è una delle sedi di “Vivere Porta Volta”, un progetto per la raccolta di testimonianze e la valorizzazione della storia del quartiere e dei suoi dintorni.

Tutti i giovedì pomeriggio, a partire dal 20 novembre 2014, presso la biblioteca dell’Unione femminile nazionale è possibile incontrare i volontari Auser
per conferire i documenti. Leggi tutto

In evidenza

angela stevaniAngela Maria Colantoni Stevani, presidente dell’Unione femminile nazionale, è stata insignita dell’Ambrogino d’oro. Qui le motivazioni e il profilo biografico.